Mobilitiamoci
Roma quinta più congestionata in Europa PDF Stampa E-mail
( 0 Votes )
Scritto da Administrator   
Lunedì 13 Ottobre 2014 14:40

Roma è la quinta più congestionata città europea secondo il TOM TOM Trafic Index 2014 con un 37%

rispetto alla  media europea del 26% ed un ritardo da congestione di  40’ nelle ore di picco pari a

92 ore anno per  una tratta di 30 minuti.

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Ottobre 2014 14:44
 
LA PIATTAFORMA RIPRENDE A FUNZIONARE PDF Stampa E-mail
( 1 Vote )
Scritto da Administrator   
Mercoledì 08 Ottobre 2014 07:31

La piattaforma di MOBILITIAMOCI riprende a funzionare dopo l'hackeraggio del luglio scorso.

Ci scusiamo della interruzione che tuttavia non ci ha impedito di continuare la nostra azione.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Ottobre 2014 07:41
 
6 RETI PROPONGONO UNA PROCEDURA PARTECIPATA PER LA MOBILITA' DI ROMA PDF Stampa E-mail
( 4 Votes )
Scritto da Administrator   
Sabato 14 Giugno 2014 13:45

CONSIDERATA la gravità della situazione ed i fallimenti delle azioni programmatorie dal 1999 ad oggi:

-Piano Generale Traffico Urbano del 1999 non ancora realizzato nei Municipi I, V, XIII, XVII, XX

-a 18 mesi dal termine(31/12/2012) non si sa cosa sia stato realizzato dei due piani dello 

 “Stato  di emergenza traffico e mobilità”  della Capitale del 2006

-Il “Piano Strategico della  Mobilità Sostenibile”  del 2010 è stato nei fatti cancellato

per carenza di finanziamenti e della mancata assegnazione delle Olimpiadi a Roma

-la confusione  sul completamento della Linea C della metropolitana

-la sostanziale inadeguatezza del documento per discussione del Nuovo

Piano Generale del traffico Urbano in termini di obiettivi,oggetto, risorse,tempi ed impegni.

Sei reti di associazioni e comitati cittadini: C.A.L.M.A., www.calmamobilita.net/home/

Carte in Regola, http://carteinregola.wordpress.com,

Coordinamento Comitati NO PUP- sostasostenibile,  http://www.comitatinopup.it

Coordinamento Residenti Città Storica,  http://coordinamentorcs.blogspot.it/

 Coordinamento Roma Ciclabile,  www.romaciclabile.org

MOBILITIAMOCI, www.mobilitiamoci.org

 PROPONGONO UNA PROCEDURA PARTECIPATA

 da avviare  con la convocazione a breve  di un confronto fra tutti gli operatori istituzionali

(Comune, Municipi, Comuni dell’area metropolitana, Provincia, Regione), le parti  interessate

(operatori economici, turistici, commercianti, associazioni di categoria, sindacati, associazioni

di cittadini e di tutela dell’ambiente), l’ARPA, le Università e  gli Istituti  specializzati per:

- definire e condividere la gravità dello stato della mobilità nell’area romana e nella

regione (fare chiarezza sui dati e le impostazioni contraddittorie),individuare priorità,valutare

opzioni e soluzioni messe a punto nel corso degli anni non solo dai “tecnici” ma anche  da

cittadini ed associazioni che subiscono  la situazione;

- individuare gli impatti sull’economia, l’inquinamento utilizzando indicatori di esposizione

al traffico (Black Carbon),la  salute  e la vivibilità;

- definire obiettivi, criteri e indicatori sintetici e di facile comprensione e la relativa

 evoluzione nel tempo (il cruscotto della mobilità sostenibile).

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Giugno 2014 14:22
 
NASCE UN OSSERVATORIO PDF Stampa E-mail
( 2 Votes )
Scritto da Administrator   
Mercoledì 11 Giugno 2014 10:21

NASCE UN OSSERVATORIO SUL BILANCIO DI ROMA 

Campidoglio - Sala Piccola Protomoteca 

Giovedì 12 giugno 2014 ore 11,00

Incontro con i cittadini e con la stampa

Roma - Evitare il fallimento:  le discontinuità che servono

 


A Roma, la città con il maggior carico fiscale d’Italia, il comune riesce a far pagare solo molto

meno del 50% dei cittadini. Sull’altro versante tutti i guai della capitale (espansione urbana

incontrollata, proliferazione delle aziende partecipate, cattiva gestione dei servizi) convergono

nel problema principale: la situazione del bilancio, la sua struttura, il modo in cui sono gestite

le risorse> leggi tutto https://carteinregola.wordpress.com/ildebitodiroma/osservatorio-sul-bilancio-di-roma-capitale/

>[dal sito CILD - Centro Italiano Legalità Democratica: Per non far pagare sempre i soliti]

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Giugno 2014 10:34
 
ROMA CAPITALE COMMISSARIATA PDF Stampa E-mail
( 2 Votes )
Scritto da Administrator   
Giovedì 08 Maggio 2014 21:09


ROMA CAPITALE COMMISSARIATA

Il recente rapporto ispettivo del MEF  ha posto sotto esame i conti del Campidoglio,

evidenziando una lunga e circostanziata serie di irregolarità.Esso EVIDENZIA come

le prassi gestionali della Amministrazione Capitolina nel periodo 2001-gennaio 2014

abbiano contribuito alla attuale gravissima situazione, nonostante i trasferimenti

di fondi aggiuntivi da parte dello Stato a suo sostegno.

Anche la gestione dell’attuale Amministrazione viene criticata a causa della mancata

adozione di correttivi.

VEDI ALLEGATO SE ISCRITTI

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Maggio 2014 21:41
 
Mobilita' ancora non ci siamo PDF Stampa E-mail
( 1 Vote )
Scritto da Administrator   
Giovedì 08 Maggio 2014 16:21

MOBILITA' ANCORA NON CI SIAMO 

lunedì 12 maggio dalle ore 15.30

Sala del Carroccio in Campidoglio

Convegno in 6 Dossier organizzato da:

ADP (ASSOCIAZIONE DIRITTI DEI PEDONI);AMATE L’ARCHITETTURA;

ASSOCIAZIONE ABITANTI TUTELA E  VALORIZZAZIONE CENTRO STORICO;

ASSOCIAZIONE CECCHIGNOLA VIVIBILE; ASSOCIAZIONE PROGETTO CELIO;

ASSOCIAZIONE RESIDENTI CAMPO MARZIO; C.A.L.M.A. (COORDINAMENTO

ASSOCIAZIONI LAZIO  MOBILITA’ ALTERNATIVA); CARTEINREGOLA;

CASALOTTILIBERA; CITTADINANZATTIVA ROMA; COMITATO ABITARE PONTE

MILVIO; COMITATO CITTADINO PER IL XV MUNICIPIO; COMITATO DI QUARTIERE

NUOVA  TOR BELLA MONACA; COMITATO PER IL PROGETTO URBANO SAN LORENZO

E LA SALVAGUARDIA DELTERRITORIO; COMITATO PER LA BELLEZZA; COMITATO

PORTA ASINARA; COMITATO SALUTE E AMBIENTE  EUR;  COMITATO SAN GIOVANNI;

CONSIGLIO METROPOLITANO DI ROMA; COORDINAMENTO ROMA  CICLABILE;

COORDINAMENTO SALVIAMO IL PAESAGGIO ROMA E PROVINCIA; CORVIALE

DOMANI; IPPONIO  VERDE; ITALIA NOSTRA Roma; MOBILITIAMOCI; OTHEREARTH

FORUM ENERGIA E RICERCA; RESPIRO VERDE LEGALBERI; UTP (Associazione

Utenti Trasporto Pubblico)

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Maggio 2014 17:11
 
First European Conference on sustainable urban mobility plans PDF Stampa E-mail
( 0 Votes )
Scritto da Giorgio Bertini   
Sabato 03 Maggio 2014 17:29

 ‘Planning for a liveable city’

Sopot, Poland 12-13 June 2014

The concept of Sustainable Urban Mobility Plans has gained considerable

momentum in recent years.Many cities across Europe are currently

working to integrate this concept in their daily transportplanning practices.

The European Commission has promoted Sustainable Urban Mobility Plans

forseveral years, including, for example, through its Action Plan on Urban

Mobility (2009) and theTransport White Paper (2011). Several EU-funded

projects have brought together stakeholders to facilitate the development

and implementation of Sustainable Urban Mobility Plans in European

cities and towns.

In December 2013, the European Commission published its Urban Mobility

Package, announcing its intention to support the further development of

the Sustainable Urban Mobility Plan concept and the tools required for its

successful application by local planning authorities.

The Commission also announced the establishment of a European Platform

on Sustainable Urban Mobility Plans to coordinate all relevant Commission

supported activities in this area and to foster a broader exchange.

On 12-13 June 2014, this Platform organises the first European Conference

on Sustainable Urban Mobility Plans. Urban mobility planners and

implementers from all over Europe will meet in the seaside resort of Sopot

near Gdansk in Poland to:

-Learn about the Sustainable Urban Mobility Plan concept and the latest

developments in sustainable urban mobility planning from experts 

-Attend workshops on hot topics in urban mobility planning

-Exchange ideas and experience and network with fellow planners

and other experts

-Find out what European projects can offer local and regional authorities

 

The first European Conference on  Sustainable Urban Mobility Plans will be

held under the guiding theme of ‘planning for a liveable city’. The conference

will offer a creative environment to explore how planning can contribute to

improving the quality of life in cities. Participants can learn and discuss their own

ideas and experiences in parallel workshops covering a wide array of themes,

including:

  • Citizen Participation
  • Auditing Procedures
  • SUMP Impact Evaluation
  • Sector integration
  • Integration of transport forms and modes
  • Austerity and urban mobility planning
  • The role of national actions to promote and support the uptake of SUMPs
  • Member States and regional actions to encourage local authorities to prepare SUMPs
  • Urban mobility planning in cities and towns below 100,000 inhabitants


The conference will be held in English. Attendance is free of charge. 

What is a Sustainable Urban Mobility Plan?


A Sustainable Urban Mobility Plan is a strategic plan designed to satisfy

the mobility needs of  people and businesses in cities and their

surroundings for a better quality of life. It builds on existing planning

practices and takes due consideration of integration, participation, and

evaluation principles.

Definition in ‘Guidelines on Developing and Implementing a Sustainable

Urban Mobility Plan’, 2013)

http://eltis.org/

 

Ultimo aggiornamento Sabato 03 Maggio 2014 18:23
 
NUOVO PIANO GENERALE TRAFFICO URBAO DI ROMA PDF Stampa E-mail
( 1 Vote )
Scritto da Administrator   
Domenica 09 Febbraio 2014 11:49

 

 ECCO IL LINK DEL DOCUMENTO DI DISCUSSIONE DEL PIANO GENERALE DEL TRAFFICO URBANO

http://www.muoversiaroma.it/muoversiaroma/infopgtu.aspx

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 09 Febbraio 2014 11:56
 
GLI INTERVENTI DE "LINEA C:IL PASTICCIO CONTINUA PDF Stampa E-mail
( 1 Vote )
Scritto da Administrator   
Giovedì 12 Dicembre 2013 11:31

 

 Indirizzo dei singoli video:?

 

saluto Vittorio Sartogo           ?http://youtu.be/juvBd_NFB7I

 

?Gaia Pallottino                       http://youtu.be/UFXNo-PQjpo

 

Bernardo Rossi Doria        ?   http://youtu.be/ATU-rhavoJM

 

Paolo Gelsomini          ?        http://youtu.be/zGTvgiMw1Jc

 

?Angelo Zola            ?            http://youtu.be/Xmj2WUYSI9E

 

Cristiana Mancinelli              http://youtu.be/-ZMn-wb6IMU

 

Manlio Lilli                            http://youtu.be/u8q7BPY-V1M

 

Massimo Liviadotti               http://youtu.be/AmTVE3Xuvic

 

Sartogo dossier 5                   http://youtu.be/xEpkinkCEFk

 

Athos De Luca                     http://youtu.be/UTwEjF4McYc

 

Enrico Lupardini                  http://youtu.be/cLh3mCXeKtM

 

Gualtiero Alunni                   http://youtu.be/bo2QJE8Rt6M

 

Catello Masullo                    http://youtu.be/xBPxm864aJw

 

Marcello De Vito                 http://youtu.be/tDH5OJxNU8o

 

Roberto Angotti                   http://youtu.be/zIRiTKpQEVA

 

Federico Tucci                      http://youtu.be/yfo1g2di2Zs

 

Antonio Tamburrino             http://youtu.be/bmnSMS7WaLw

 

Nicola Scalzini                     http://youtu.be/ptTVOavfwDY

 

Mario Macetelli                    http://youtu.be/5-9UxhI1mAU

 

Vittorio Emiliani                   http://youtu.be/4wGI_4rlIME

 

Roberto Donzelli                  http://youtu.be/ZGfS-3rHIxU

 

Massimo Attias                     http://youtu.be/7XVXaeInA64

 

Giorgio Bertini                     http://youtu.be/MJsIgJiv6Ew

 

Bruno Ceccarelli                   http://youtu.be/0Ufp3UZlrZc

 

Sartogo doc finale               http://youtu.be/3OtE4INM5BM 

 

Indirizzo della playlist dove tutti i video sono in sequenza:

 

 http://www.youtube.com/playlist?list=PLnZfFw4qyshO5jENM4dL3ms_-TQbiVmLz

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Dicembre 2013 11:37
 
LINEA C IL PASTICCIO CONTINUA PDF Stampa E-mail
( 0 Votes )
Scritto da Administrator   
Sabato 07 Dicembre 2013 17:21

 

LUNEDI 9 DICEMBRE

ore 9.30 alle ore 13.00

 Sala del Carroccio al Campidoglio

Parleremo, documentazione alla mano, dell’insostenibilità

trasportistica,sociale,ambientale, della tratta centrale della metro C.

5 dossier con slides, video, foto, tabelle, schede per mostrare con i

dati come la scelta di  andare avanti, in queste condizioni, oltre la

fermata di San Giovanni, potrebbe rivelarsi un pessimo affare per

tutti i cittadini romani ed un danno perla Città, per il suo centro

storico, per il turismo.

 

Bisogna fermare la tratta T3, che da San Giovanni porta

al Colosseo, e aprire la strada alle alternative attraverso

un processo partecipato.

 

 

PROGRAMMA

 

PRESENTAZIONE

 

I DOSSIER:

 

DOSSIER 1 La mobilità dell’area metropolitana vasta romana: situazione attuale, l’inefficacia del

procedere per tratti senza un programma integrato, senza un’ idea di sistema intermodale a rete,

necessità prioritarie.

 

DOSSIER 2:  La tratta centrale della metro C: il costo finanziario crescente, gli obiettivi mancati.

Costi  dell’interruzione.

 

DOSSIER 3: I finanziamenti abnormi per la metro C  precludono interventi prioritari  e necessari

sui trasporti su ferro di superficie a cominciare dalle emergenze per i pendolari e dalle annunciate

pedonalizzazioni del centro storico.

 

DOSSIER 4: La devastazione ambientale e sociale. Paesaggio, beni storici, verde, vivibilità, economia.

Valutazioni condivise di impatto sociale e ambientale, propedeutiche alla programmazione di opere

infrastrutturali.

 

DOSSIER 5: il lavoro: il numero degli addetti e le possibili riconversioni occupazionali.

 

INTERVENTI DEL PUBBLICO

 

PRESENTAZIONE DEL DOCUMENTO FINALE

L’impegno per una vera mobilità alternativa ed efficace dell’area metropolitana romana, frutto di

un processo partecipativo aperto di decisione pubblica.

 

C.A.L.M.A. (Coordinamento Associazioni Lazio Mobilità Alternativa); PROGETTO CELIO;

ITALIANOSTRA ROMACOORDINAMENTO SALVIAMO IL PAESAGGIO ROMA E PROVINCIA;

CARTEINREGOLA; CITTADINANZATTIVA LAZIOMOBILITIAMOCI; RESPIRO VERDE LEGALBERI;

COMITATO SALUTE E AMBIENTE EUR; COMITATO SAN GIOVANNICOMITATO PORTA ASINARIA;

IPPONIO VERDE; COMITATO PER IL PROGETTO URBANO SAN LORENZO E LA SALVAGUARDIA

DEL TERRITORIO; ASSOCIAZIONE ABITANTI TUTELA E VALORIZZAZIONE CENTRO STORICO;

AMATE L’ARCHITETTURA; NOROMACAPITALEDEL CEMENTO; COMITATO PER LA BELLEZZA;

CONSIGLIO METROPOLITANO DI ROMA; ASSOCIAZIONE DIRITTI DEI PEDONI; COMITATO NO

-CORRIDOIO ROMA-LATINA PER LA METROPOLITANA LEGGERA; COMITATO ABITARE PONTE

MILVIO; ASSOCIAZIONE RESIDENTI CAMPO MARZIO; COMITATO DI QUARTIERE NUOVA TOR

BELLA MONACA; UTP (Associazione Utenti Trasporto Pubblico); ASSOCIAZIONE VIVIAMOVITINIA;

SCUP (Sport e Cultura popolare); AEDUCA; ACU (ass.ne consumatori utenti);COMITATO PIAZZA

VITTORIO PARTECIPATA;AMUSE;ROMA NUOVO SECOLO; ASSOCIAZIONE DI QUARTIERE

COLLINA DELLA PACE

 

 IL CONVEGNO SARA' DIFFUSO IN STREAMING

 

 

Ecco il link per lo streaming:


https://new.livestream.com/accounts/

63902/events/2600094

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 07 Dicembre 2013 17:54
 
6 RETI CHIEDONO A MARINO DI POTER PARTECIPARE E CHIEDONO LA RENDICONTAZIONE DELLA EMERGENZA TRAFFICO A ROMA PDF Stampa E-mail
( 1 Vote )
Scritto da Administrator   
Venerdì 09 Agosto 2013 13:32

Oggetto: recupero qualità livelli gestionali,trasparenza  e  partecipazione

 

Le scriviamo a nome di 120 associazioni e comitati che da anni hanno condiviso l’esigenza di

una radicale discontinuità nella gestione delle attività comunali e nel rapporto della

Amministrazione con i cittadini  per quanto riguarda la trasparenza e la partecipazione alla

gestione del bene comune.

Desideriamo congratularci per la Sua elezione e le offriamo la nostra collaborazione per la

realizzazione di detta necessaria discontinuità.

Desideriamo  segnalarLe   alcune situazioni e avanzare  proposte  che possono rappresentare

l’avvio del percorso di risanamento da Lei  più volte sostenuto necessario, vedi ad esempio

nell’incontro organizzato da Roma Nuovo Secolo l’8 maggio scorso.

Ci riferiamo alla questione dello stato di emergenza del traffico e mobilità, in vigore nella città

dall’agosto del 2006 al dicembre del 2012, che non ha portato significativi benefici alla citta-

dinanza( come dimostrato dalla analisi delle relazioni semestrali,tenute nascoste dall’ aprile

2008 al settembre  2012) ma appare un esempio emblematico  di quanto una pubblica

amministrazione non deve fare. Infatti in base  alla  ideologia della emergenza sono stati

utilizzati poteri straordinari per  impedire ai cittadini non soltanto quella conoscenza delle

iniziative e della loro realizzazione che è alla base del controllo democratico ma anche

trascurare tutte le regole che caratterizzano una normale  gestione amministrativa.

Da anni  non sono pubbliche le rendicontazioni finanziarie relative alla gestione emergenziale

ed il Dipartimento della Protezione  Civile ha impiegato più di sei mesi per emanare la

ordinanza di trasferimento delle attività emergenziali alla gestione ordinaria, nonostante precise

disposizioni di legge.

A nostro avviso sarebbe importante ,prima di avvalersi dei poteri speciali previsti dal terzo

decreto per Roma Capitale,chiudere l’esperienza della emergenza traffico a Roma procedendo

 ad una  valutazione pubblica dell’utilizzo di detti poteri sulla base delle risultanze, nel

confronto con gli obiettivi iniziali,economiche, finanziarie, organizzative e degli impatti sulla

congestione,inquinamento e sicurezza.

Non si tratta di  fare processi al passato .La richiesta viene  avanzata per sostanziali ragioni 

riguardanti le pratiche amministrative e l’utilizzo di strumenti eccezionali per la gestione

di situazioni croniche. Più specificatamente ci riferiamo:

-al recupero di una normale correttezza amministrativa. Sei anni di  stato d’emergenza in regime

di  gestione  speciale -che ha comportato l’elaborazione di due piani per 471 interventi  con

stanziamenti crescenti da quasi 700 milioni a 1,7 miliardi di €,la costituzione di una complessa

struttura organizzativa con soggetti attuatori,comitato di coordinamento,esperti,ufficio speciale

emergenza traffico del costo di  almeno 2 milioni di € l’anno ,l’emanazione di quasi 500 ordinanze-

richiedono una rendicontazione pubblica; 

- all’utilizzo dello strumento dei poteri speciali per  superamento di difficoltà e problemi in essere

da anni.

E’ metodologicamente  corretto affrontare problemi cronici con l’approccio della emergenza 

che per definizione  bypassa tutti i  controlli di correttezza amministrativa e gestionale e nel

contempo le procedure per la tutela dei beni archeologici e paesaggistici,la trasparenza e

la partecipazione dei cittadini? O non sarebbe meglio adeguare opportunamente le  normali

strutture amministrative ed adottare  provvedimenti con la collaborazione e partecipazione dei

cittadini interessati  dai provvedimenti?

Non sarebbe più opportuno utilizzare metodologie ed approcci “ordinari” che assicurino

ai cittadini trasparenza e partecipazione e nel contempo forniscano agli amministratori 

efficaci strumenti di interlocuzione e diaccountability del proprio  operato, senza difendersi

dietro l’emergenza o ponderosi piani settoriali  di difficile comprensione,privi delle valutazioni

degli impatti ? Elemento base per la positiva partecipazione dei cittadini alla soluzione dei

complessi problemi della nostra città è una trasparenza  che fornisca loro la comprensione  

 delle interrelazioni di sistema esistenti. Non una trasparenza formale  che affoga i cittadini

di dati ed informazioni specialistiche. Ci permettiamo di segnalarLe  come molte associazioni 

e coordinamenti di associazioni stanno domandando di potere interloquire con la amministrazione

proponendo  una serie di possibili strumenti(Agorà,Osservatorio Civico,Roma No Capitale del

cemento,Consiglio Metropolitano,ecc) il cui scopo essenziale è la richiesta di poter partecipare

alla vita della città come cittadini responsabili e non come soggetti costretti a“protestare” contro

decisioni assunte sulla base di, presunte  e non spiegate, ragioni tecniche e più spesso per la tutela

di interessi di parte che confligono con l’interesse collettivo .Per ragioni di spazio citiamo soltanto

il Piano Urbano Parcheggi e tutta la   serie di delibere urbanistiche presentate al termine dell’ultima

consiliatura.

A nostro avviso è importante superare l’approccio finora seguito di individuare singole iniziative ed

interventi (nel caso dei trasporti un ponte, un parcheggio di scambio) senza preventivamente 

stimare il loro impatto sul sottosistema interessato né sul complesso del sistema metropolitano

né  sui cittadini interessati,né individuando tempi e responsabili della loro attuazione.

Per realizzare una vera discontinuità culturale,di metodologia programmatoria e di positiva

interrelazione con i cittadini riteniamo necessario,sulla base di esperienze italiane e straniere,

 adottare un coerente  approccio  che proceda  alla valutazione dello stato presente, al 2013,

sulla base di criteri ed indicatori condivisi relativi alle principali dimensioni della vita della area

metropolitana( ad esempio economia, sicurezza,ecologia,vivibilità,traffico, inquinamento con

relativi indicatori tassi di occupazione,di congestione del traffico,velocità media dei mezzi di 

trasporto pubblico ,numero di incidenti,tassi di polvere sottili nei  municipi,ecc). Una volta

definiti criteri ed indicatori (il cruscotto della mobilità sostenibile)sarà possibile valutarne

l’evoluzione nel tempo,ogni sei mesi ogni anno(?),e quindi valutare l’efficacia della azione 

degli amministratori e spiegare agli amministrati  in maniera non partigiana le risultanze del

proprio operato.

Nel rinnovarle i complimenti e gli auguri  per il gravosissimo compito da affrontare,rimaniamo

a disposizione per chiarimenti e per la definizione delle strumentazioni organizzative  della

proposta.

Le sei reti: C.A.L.M.A.,  www.calmamobilita.net/home/, Carte in Regola,

http://carteinregola.wordpress.com,Coordinamento Comitati NO PUP,

http://www.comitatinopup.it, Coordinamento Residenti Città Storica,

http://coordinamentorcs.blogspot.it/, Coordinamento Roma Ciclabile,

www.romaciclabile.org ,MOBILITIAMOCI, www.mobilitiamoci.org/

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Agosto 2013 14:39
 
NASCE L'0SSERVATORE CIVICO SU ROMA E INCONTRA MARINO E DE VITO PDF Stampa E-mail
( 3 Votes )
Scritto da Administrator   
Domenica 05 Maggio 2013 21:38

 Mercoledì 8 maggio alle ore 10,30 nel centro congressi di via Cavour 50/a

presentazione dello “Osservatore Civico su Roma” e incontro con i

candidati al Campidoglio Ignazio Marino e Marcello De Vito.

Fra i promotori dell’Osservatore, Alberto Benzoni,già vice sindaco di Roma ;

Lionello Cosentinoesperto di sanità;gli urbanisti Paolo Berdini e Vezio

De Lucia; Vittorio Emiliani,presidente delComitato per la Bellezza;

Rosa Filippini, presidente sezione  italiana “Amici della terra”; Maurizio Fiasco,

esperto di problemi della sicurezza;Daniele Garrone, docente Facoltà Valdese

di Teologia; Giuseppe Lo Mastro,esperto dei problemi dei consumatori;

Paolo Leon, economista, già presidente dell'Agenzia di controllo della qualità

dei servizi pubblici del Comune di Roma;Mario Morcellini, direttore Dipartimento

di comunicazione e ricerca sociale

L’Osservatore Civico su Roma Intende misurarsi con la  radicale disconnessione

tra amministratori pubblici e cittadini, la conseguente assenza di qualsiasi possibilità

di verifica, controllo e, quindi, di intervento dei secondi sui primi.

Di quì il processo di degrado che ha investito il governo della città e le sue prospettive,

prive di logiche progettuali di lungo periodo.

Di quì la necessità di un "Osservatore civico per Roma" per contribuire ad una svolta

che dovrà riguardare:

- il confronto con il mondo dei costruttori per  costruire un'alternativa alla

cementificazione selvaggia, da bloccare una volta per tutte;

-il ripristino di un effettivo controllo  sulle  aziende comunali,  oggi allo sbando;

-una scelta degli amministratori basata solo su criteri verificabili di competenza;

- una strategia di interventi (dalla mobilità alla gestione dei rifiuti) elaborata con

procedure partecipate,articolata su criteri ed obbiettivi misurabili e tempi certi.

E' su questi aspetti, nel segno di una netta discontinuità con le esperienze del passato,

che l’Osservatore Civico su Roma intende  avviare oggi un'azione di chiarimento e di 

confronto; e domani una verifica senza sconti con l'amministrazione che succederà a

quella, disastrosa, di Alemanno.

Per Informazioni

Carlo Troilo

Cell333481556424

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.romanuovosecolo.it

 

                                  .

Ultimo aggiornamento Domenica 05 Maggio 2013 21:45
 
Traffico, «Stato d'emergenza terminato ma conti non tornano»: lettera aperta della rete di associazioni civiche PDF Stampa E-mail
( 2 Votes )
Scritto da Administrator   
Venerdì 19 Aprile 2013 14:09

 

 http://www.ilmessaggero.it/img/blank.gif

ROMA - «Lo stato d’emergenza del traffico a Roma è terminato

il 31 dicembre 2012 ma i conti non tornano: l’ordinanza di

trasferimento delle attività alla amministrazione ordinaria

non arriva. La rendicontazione nemmeno.

 Perché nessuno ne parla?». Se lo domandano 120 associazioni

civiche cittadine in una lettera aperta al Presidente Monti e

alla Corte dei Conti. 

Nel comunicato si richiede, tra l'altro, il recupero di

«principi di sana amministrazione, trasparenza e di

 osservanza delle norme» attraverso la pubblicizzazione

 della rendicontazione economica e finanziaria nel

confronto fra i piani iniziali e le realizzazioni di fine 2012,

per capire vantaggi e costi per i cittadini romani; l'immediata

 emanazione da parte del Dipartimento della protezione

civile della ordinanza di trasferimento delle attività emer

genziali alla amministrazione ordinaria ai sensi della vigente

 normativa, «ordinanza che avrebbe dovuto essere emessa

 10 giorni prima della scadenza della emergenza, cioè il 21

 dicembre 2012. Perché questo ritardo in violazione di legge?»;

la sospensione dell’iter approvativo del decreto legislativo

61/2012 per Roma capitale che conferisce in via permanente

 al sindaco di Roma poteri speciali in tema di traffico e

inquinamento e l’accertamento da parte della Corte dei

Conti dell’eventuale danno erariale emergente a seguito

 della mancata realizzazione dei piani.

Le 120 associazioni e comitati della area metropolitana

 di Roma firmatarie sono riunite in 6 Reti: CALMA,

Carteinregola,Coordinamento Comitati NO PUP,

Coordinamento Residenti Città Storica,

Coordinamento Romaciclabile, MOBILITIAMOCI. 

Contatti:
Giorgio Bertini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Messaggero 19/4/2013 Cronaca di Roma 

 http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/traffico_roma_stato_emergenza_mobiiltiamoci/notizie/269877.shtml

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2