Mobilitiamoci
A 700 GIORNI DALLA FINE DELLA EMERGENZA TRAFFICO A ROMA NESSUNO SA COSA E’ STATO REALIZZATO DEI PIANI DEL 2006,DA CHI E CON QUALI COSTI PDF Stampa E-mail
( 6 Votes )
Scritto da Administrator   
Giovedì 30 Ottobre 2014 15:36

SEI RETI DI ASSOCIAZIONI E COMITATI DI CITTADINI 

DOMANDANO IL RISPETTO DELLA TRASPARENZA E DELLE LEGGI

 A giudicare dalla congestione e dall'inquinamento nessuno direbbe che la emergenza

traffico sia terminata a Roma.

Sebbene dal 2006 al 2012 Roma abbia  avuto il privilegio del riconoscimento dello stato

d'emergenza traffico e mobilità.In nome dell'emergenza è stata autorizzata la deroga

a norme e regolamenti in tema di appalti,ambiente e archeologia.

In particolare:

-riduzione della metà dei tempi di  esproprio,iter rapido di assensoai progetti sui

parcheggi con pareri dei municipi entro 15 giorni,snellimento delle procedure Via e

  passaggi approvativi su beni sottoposti a tutele:iter  al massimo di 30 giorni

dopo di che parere attribuito alla“conferenza dei servizi”da concludersi entro

15 giorni)

-tempi di ricezione  delle offerte di appalti sopra soglia e sotto soglia comunitaria

ridotte  prima a 10 e 20 giorni  dalla data di pubblicazione del bando e poi a

7 e 14 giorni.

Queste deroghe hanno impedito la partecipazione dei cittadini ,condotto a moltissime

fondate  contestazioni (parcheggi,metropolitane B1 e C,..) ed hanno ridotto la possibilità

di concorrere a molte   aziende.

 

Se in nome della emergenza  si deroga alla vigente normativa riducendo la  trasparenza,

la partecipazione e la concorrenza, appare evidente l’importanza  della valutazione

dei costi sostenuti e dei risultati raggiunti.

 

Purtroppo a partire dal marzo 2008  la gestione dello stato d’ emergenza

traffico e mobilità a Roma è risultata opaca quanto ad assegnazione di

incarichi,realizzazione degli interventi e rendicontazione .

 

A  quasi due anni dalla fine della emergenza ,nonostante ripetute richieste al Comune di

Roma ed al Dipartimento della Protezione Civile e nonostante precise disposizioni

normative, nessuno sa  quali interventi dei due piani del 2006 siano stati  realizzati e

da chi,quali siano stati trasferiti alla amministrazione ordinaria,quali i costi nel

raffronto fra preventivi e consuntivi.

Le sei reti ricordano che ci son  voluti 146 giorni,con la procedura d’accesso agli atti,

per scoprire che a marzo 2012 era stato completato nemmeno il  10 % dei 389

interventi previsti nel 2006.

Le disposizioni del decreto legislativo di riordino degli obblighi di trasparenza

della pubblica amministrazione NON sono  riuscite a fare luce sui risultati di 

 sei anni di deroghe .

 

Ecco  gli elementi essenziali della questione:

 

-lo stato di emergenza traffico della città di Roma, dichiarato nell’agosto 2006 e regolato

con OPCM 3543/2006,dopo diverse proroghe, è terminato il 31 dicembre del 2012

- il Dipartimento della Protezione Civile in base alla vigente normativa dovrebbe emanare

10 giorni prima del termine della emergenza ,in questo caso il 21 dicembre 2012,  

un’ordinanza per regolare il trasferimento delle attività emergenziali alla amministrazione

ordinaria,vedi art. 5 comma 4 ter della legge 24 febbraio 1992 n.225 .Detta ordinanza,

per ragioni sconosciute, è stata emessa con 6 mesi di ritardo( il 19 giugno 2013,Ocdpc

n. 97)

-gli obblighi di pubblicazione concernenti gli interventi straordinari e di emergenza

” prevedono la pubblicazione de  “  il costo previsto degli interventi e il costo effettivo

sostenuto dall'amministrazione” ,vedi art.42 comma 1 sub c del D.Lgs. 14-3-2013 n. 33 

- la succitata ordinanza del Dipartimento della Protezione Civile del 19 giugno 2013

all’art 1,comma7 prevede la predisposizione di una  relazione “conclusiva riguardo le

attivita' poste in essere per il superamento del contesto

critico” all’origine della dichiarazione dello stato di emergenza.

 

Le 120 associazioni e comitati della area metropolitana di Roma firmatarie sono riunite

in 6 Reti: CALMA,Carteinregola, Coordinamento Comitati NO PUP, Coordinamento

Residenti Città Storica, Coordinamento Romaciclabile, MOBILITIAMOCI. Queste 6 Reti

di associazioni civiche sono impegnate per contrastare il degrado civile e amministrativo

di Roma ed in particolare quello della mobilità.

 

E-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Le sei reti: C.A.L.M.A., www.calmamobilita.net/home/

Carte in Regola, http://carteinregola.wordpress.com,

Coordinamento Comitati NO PUP- sostasostenibile,  http://www.comitatinopup.it

Coordinamento Residenti Città Storica,  http://coordinamentorcs.blogspot.it/

Coordinamento Roma Ciclabile,  www.romaciclabile.org

MOBILITIAMOCI, www.mobilitiamoci.org

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 30 Ottobre 2014 16:00
 
Roma quinta più congestionata in Europa PDF Stampa E-mail
( 2 Votes )
Scritto da Administrator   
Lunedì 13 Ottobre 2014 14:40

Roma è la quinta più congestionata città europea secondo il TOM TOM Trafic Index 2014 con un 37%

rispetto alla  media europea del 26% ed un ritardo da congestione di  40’ nelle ore di picco pari a

92 ore anno per  una tratta di 30 minuti.

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Ottobre 2014 14:44
 
LA PIATTAFORMA RIPRENDE A FUNZIONARE PDF Stampa E-mail
( 2 Votes )
Scritto da Administrator   
Mercoledì 08 Ottobre 2014 07:31

La piattaforma di MOBILITIAMOCI riprende a funzionare dopo l'hackeraggio del luglio scorso.

Ci scusiamo della interruzione che tuttavia non ci ha impedito di continuare la nostra azione.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Ottobre 2014 07:41
 
6 RETI PROPONGONO UNA PROCEDURA PARTECIPATA PER LA MOBILITA' DI ROMA PDF Stampa E-mail
( 5 Votes )
Scritto da Administrator   
Sabato 14 Giugno 2014 13:45

CONSIDERATA la gravità della situazione ed i fallimenti delle azioni programmatorie dal 1999 ad oggi:

-Piano Generale Traffico Urbano del 1999 non ancora realizzato nei Municipi I, V, XIII, XVII, XX

-a 18 mesi dal termine(31/12/2012) non si sa cosa sia stato realizzato dei due piani dello 

 “Stato  di emergenza traffico e mobilità”  della Capitale del 2006

-Il “Piano Strategico della  Mobilità Sostenibile”  del 2010 è stato nei fatti cancellato

per carenza di finanziamenti e della mancata assegnazione delle Olimpiadi a Roma

-la confusione  sul completamento della Linea C della metropolitana

-la sostanziale inadeguatezza del documento per discussione del Nuovo

Piano Generale del traffico Urbano in termini di obiettivi,oggetto, risorse,tempi ed impegni.

Sei reti di associazioni e comitati cittadini: C.A.L.M.A., www.calmamobilita.net/home/

Carte in Regola, http://carteinregola.wordpress.com,

Coordinamento Comitati NO PUP- sostasostenibile,  http://www.comitatinopup.it

Coordinamento Residenti Città Storica,  http://coordinamentorcs.blogspot.it/

 Coordinamento Roma Ciclabile,  www.romaciclabile.org

MOBILITIAMOCI, www.mobilitiamoci.org

 PROPONGONO UNA PROCEDURA PARTECIPATA

 da avviare  con la convocazione a breve  di un confronto fra tutti gli operatori istituzionali

(Comune, Municipi, Comuni dell’area metropolitana, Provincia, Regione), le parti  interessate

(operatori economici, turistici, commercianti, associazioni di categoria, sindacati, associazioni

di cittadini e di tutela dell’ambiente), l’ARPA, le Università e  gli Istituti  specializzati per:

- definire e condividere la gravità dello stato della mobilità nell’area romana e nella

regione (fare chiarezza sui dati e le impostazioni contraddittorie),individuare priorità,valutare

opzioni e soluzioni messe a punto nel corso degli anni non solo dai “tecnici” ma anche  da

cittadini ed associazioni che subiscono  la situazione;

- individuare gli impatti sull’economia, l’inquinamento utilizzando indicatori di esposizione

al traffico (Black Carbon),la  salute  e la vivibilità;

- definire obiettivi, criteri e indicatori sintetici e di facile comprensione e la relativa

 evoluzione nel tempo (il cruscotto della mobilità sostenibile).

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Giugno 2014 14:22
 
NASCE UN OSSERVATORIO PDF Stampa E-mail
( 2 Votes )
Scritto da Administrator   
Mercoledì 11 Giugno 2014 10:21

NASCE UN OSSERVATORIO SUL BILANCIO DI ROMA 

Campidoglio - Sala Piccola Protomoteca 

Giovedì 12 giugno 2014 ore 11,00

Incontro con i cittadini e con la stampa

Roma - Evitare il fallimento:  le discontinuità che servono

 


A Roma, la città con il maggior carico fiscale d’Italia, il comune riesce a far pagare solo molto

meno del 50% dei cittadini. Sull’altro versante tutti i guai della capitale (espansione urbana

incontrollata, proliferazione delle aziende partecipate, cattiva gestione dei servizi) convergono

nel problema principale: la situazione del bilancio, la sua struttura, il modo in cui sono gestite

le risorse> leggi tutto https://carteinregola.wordpress.com/ildebitodiroma/osservatorio-sul-bilancio-di-roma-capitale/

>[dal sito CILD - Centro Italiano Legalità Democratica: Per non far pagare sempre i soliti]

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Giugno 2014 10:34
 
ROMA CAPITALE COMMISSARIATA PDF Stampa E-mail
( 2 Votes )
Scritto da Administrator   
Giovedì 08 Maggio 2014 21:09


ROMA CAPITALE COMMISSARIATA

Il recente rapporto ispettivo del MEF  ha posto sotto esame i conti del Campidoglio,

evidenziando una lunga e circostanziata serie di irregolarità.Esso EVIDENZIA come

le prassi gestionali della Amministrazione Capitolina nel periodo 2001-gennaio 2014

abbiano contribuito alla attuale gravissima situazione, nonostante i trasferimenti

di fondi aggiuntivi da parte dello Stato a suo sostegno.

Anche la gestione dell’attuale Amministrazione viene criticata a causa della mancata

adozione di correttivi.

VEDI ALLEGATO SE ISCRITTI

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Maggio 2014 21:41
 
Mobilita' ancora non ci siamo PDF Stampa E-mail
( 0 Votes )
Scritto da Administrator   
Giovedì 08 Maggio 2014 16:21

 

 

dalle ore 15.30 Sala del Carroccio in Campidoglio

CONVEGNO IN 6 DOSSIER

 organizzato da: 

ADP (ASSOCIAZIONE DIRITTI DEI PEDONI);AMATE L’ARCHITETTURA;
ASSOCIAZIONE ABITANTI TUTELA E  VALORIZZAZIONE CENTRO STORICO;
ASSOCIAZIONE CECCHIGNOLA VIVIBILE; ASSOCIAZIONE PROGETTO CELIO;
ASSOCIAZIONE RESIDENTI CAMPO MARZIO; C.A.L.M.A. (COORDINAMENTO
ASSOCIAZIONI LAZIO  MOBILITA’ ALTERNATIVA); CARTEINREGOLA;
CASALOTTILIBERA; CITTADINANZATTIVA ROMA; COMITATO ABITARE
PONTE MILVIO; COMITATO CITTADINO PER IL XV MUNICIPIO;
COMITATO DI QUARTIERE NUOVA  TOR BELLA MONACA; COMITATO
PER IL PROGETTO URBANO SAN LORENZO E LA SALVAGUARDIA DEL
TERRITORIO; COMITATO PER LA BELLEZZA; COMITATO PORTA ASINARA;
COMITATO SALUTE E AMBIENTE  EUR;  COMITATO SAN GIOVANNI;
CONSIGLIO METROPOLITANO DI ROMA; COORDINAMENTO ROMA  CICLABILE;
COORDINAMENTO SALVIAMO IL PAESAGGIO ROMA E PROVINCIA; CORVIALE
DOMANI; IPPONIO  VERDE; ITALIA NOSTRA Roma; MOBILITIAMOCI;
OTHEREARTH FORUM ENERGIA E RICERCA; RESPIRO VERDE LEGALBERI;
UTP (Associazione Utenti Trasporto Pubblico)

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Maggio 2014 16:37
 
( 0 Votes )

 

 


 

 
PETIZIONE :PERCHE' IL SINDACO NON RISPONDE? PDF Stampa E-mail
( 11 Votes )
Scritto da Administrator   
Domenica 19 Febbraio 2012 10:38

E' dal 25 novembre 2011 che 80 associazioni e comitati di cittadini

romani attendono di conoscere, dopo 5 anni di gestione

commissariale, qual'è la situazione della mobilità in termini

di inquinamento,costi da congestione, sicurezza  stradale,

tutela patrimonio artistico/archeologico.Perchè non risponde

nonostante il regolamento comunale e l'art11 del decreto

legislativo 150 del 2009 che prevedono la piena trasparenza

come diritto di tutti i cittadini ?La situazione si è aggravata?

 FIRMATE

http://www.firmiamo.it/percheilsindacocommissarioalemannononrisponde/firma

 

 

 
Ecco cosa fa la metropoli gemellata con Roma PDF Stampa E-mail
( 1 Vote )
Scritto da Administrator   
Venerdì 20 Settembre 2013 17:04

La capitale francese città pilota nella guerra  al traffico. Con numeri da record di Anais Ginori 

( Espresso del 14 settembre 2013)

L’automobilista parigino ormai l'ha capito: non è più il benvenuto in città. La capitale francese

apre nuovi spazi per mezzi pubblici, pedoni, ciclisti, pattinatori. Insomma per tutti (e tutto

ciò che si muove), ma non per lui e la sua macchina. 

Quando aveva lanciato la sua crociata contro le auto, Bertrand Delanoé era stato sommerso

dalle proteste.

Ma ormai il sindaco di Parigi può dire di aver vinto. I numeri sono chiari: con la sua giunta

socialista, che governa con i Verdi, il traffico automobilistico è diminuito di un terzo.

E ormai addirittura solo un parigino su due possiede una macchina. 

Chiunque abbia provato a circolare con un'automobile a Parigi si sarà accorto che tempi e

costi sono ormai diventati proibitivi. Il city manager Delanoé- così si fa chiamare- ha aumentato

a dismisura le tariffe dei parcheggi:una sosta per non residenti costa più di 3 euro l'ora.

Sono aumentate le zone a traffico limitato, le corsie preferenziali per autobus e taxi, le nuove

vie pedonali (come place de la République ormai vietata alle auto per metà e aperta ai tavolini

di bar, ai concerti la sera e alle ludoteche per bambini di giorno). Una delle misure più

controverse è stata la chiusura al traffico degli argini della Senna, per anni occupati dalle

macchine. 

Molti dei tratti sono ora pedonali: sulla rive gauche, all'altezza dell'Hotel de Ville e, da poche

settimane anche sulla rive droite, verso il Museo d'Orsay. La rivoluzione verde condotta dalla

gauche al potere ha un simbolo:Velib', ovvero i distributori di biciclette che dal 2007 hanno

conquistato 225mila abbonati, con 1700 postazioni.

Il concetto è stato nel frattempo esportato in tutto il mondo, da Milano a NewYork.

E la Ville Lumière statentando di allargare il servizio alle quattro ruote, con Autolib':

distributori di automobili che si possono prendere per dieci minuti o più, con una carta

prepagata. In macchina sì, purché sia pubblica e condivisa. 




Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Settembre 2013 17:28
 
Mobilita' ancora non ci siamo PDF Stampa E-mail
( 1 Vote )
Scritto da Administrator   
Giovedì 08 Maggio 2014 16:21

MOBILITA' ANCORA NON CI SIAMO 

lunedì 12 maggio dalle ore 15.30

Sala del Carroccio in Campidoglio

Convegno in 6 Dossier organizzato da:

ADP (ASSOCIAZIONE DIRITTI DEI PEDONI);AMATE L’ARCHITETTURA;

ASSOCIAZIONE ABITANTI TUTELA E  VALORIZZAZIONE CENTRO STORICO;

ASSOCIAZIONE CECCHIGNOLA VIVIBILE; ASSOCIAZIONE PROGETTO CELIO;

ASSOCIAZIONE RESIDENTI CAMPO MARZIO; C.A.L.M.A. (COORDINAMENTO

ASSOCIAZIONI LAZIO  MOBILITA’ ALTERNATIVA); CARTEINREGOLA;

CASALOTTILIBERA; CITTADINANZATTIVA ROMA; COMITATO ABITARE PONTE

MILVIO; COMITATO CITTADINO PER IL XV MUNICIPIO; COMITATO DI QUARTIERE

NUOVA  TOR BELLA MONACA; COMITATO PER IL PROGETTO URBANO SAN LORENZO

E LA SALVAGUARDIA DELTERRITORIO; COMITATO PER LA BELLEZZA; COMITATO

PORTA ASINARA; COMITATO SALUTE E AMBIENTE  EUR;  COMITATO SAN GIOVANNI;

CONSIGLIO METROPOLITANO DI ROMA; COORDINAMENTO ROMA  CICLABILE;

COORDINAMENTO SALVIAMO IL PAESAGGIO ROMA E PROVINCIA; CORVIALE

DOMANI; IPPONIO  VERDE; ITALIA NOSTRA Roma; MOBILITIAMOCI; OTHEREARTH

FORUM ENERGIA E RICERCA; RESPIRO VERDE LEGALBERI; UTP (Associazione

Utenti Trasporto Pubblico)

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Maggio 2014 17:11
 
PERCHE' IL SINDACO NON RISPONDE? PDF Stampa E-mail
( 5 Votes )
Scritto da Administrator   
Lunedì 13 Febbraio 2012 15:52

I CITTADINI  VANNO INFORMATI SULLA REALE SITUAZIONE DELLA

MOBILITA’NELL’AREA ROMANA

E’ dal 25 novembre scorso che  77 associazioni e comitati cittadini

aderenti a  4 reti C.A.L.M.A., Coordinamento Comitati  NOPUP,

Roma Ciclabile e MOBILITIAMOCI, attendono  la  valutazione del

Sindaco di  ROMA CAPITALE, Commissario delegato alla emergenza

del traffico e mobilità :

- sulla  situazione della mobilità ,assai grave,secondo dati e  valutazioni

di enti  esterni all’Amministrazione e nella percezione degli scriventi

-sulla proposta di elaborare un cruscotto della mobilità

sostenibile  per informare i cittadini e fornire il necessario quadro

di riferimento per valutare gli impatti delle iniziative e sperimentazioni 

sulla salute,economia,patrimonio artistico e vivibilità dell’area romana.

Le richieste,riproposte il 1 febbraio, sono state avanzate nel quadro

del naturale rapporto di comunicazione fra cittadini ed Amministratori

previsto dal Regolamento Comunale  n.136 del 16/6/2005 ed

anche  ai sensi della vigente normativa nazionale che all’articolo 11,

comma 1 del dlgs 150/2009  prevede “l’accessibilità totale delle

informazioni concernenti ogni aspetto dell’organizzazione,degli

indicatori relativi agli andamenti gestionali ed all’utilizzo

delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali,

dei risultati dell’attività di misurazione e valutazione”.

Il fatto che il Commissario non risponda significa che i dati degli

enti esterni  sono corretti e quindi la situazione è grave?

Oppure che 77(ORA 80) associazioni di cittadini romani non meritano

una risposta quando si annuncia un aumento dei biglietti del trasporto

pubblico del 50%?

 
First European Conference on sustainable urban mobility plans PDF Stampa E-mail
( 0 Votes )
Scritto da Giorgio Bertini   
Sabato 03 Maggio 2014 17:29

 ‘Planning for a liveable city’

Sopot, Poland 12-13 June 2014

The concept of Sustainable Urban Mobility Plans has gained considerable

momentum in recent years.Many cities across Europe are currently

working to integrate this concept in their daily transportplanning practices.

The European Commission has promoted Sustainable Urban Mobility Plans

forseveral years, including, for example, through its Action Plan on Urban

Mobility (2009) and theTransport White Paper (2011). Several EU-funded

projects have brought together stakeholders to facilitate the development

and implementation of Sustainable Urban Mobility Plans in European

cities and towns.

In December 2013, the European Commission published its Urban Mobility

Package, announcing its intention to support the further development of

the Sustainable Urban Mobility Plan concept and the tools required for its

successful application by local planning authorities.

The Commission also announced the establishment of a European Platform

on Sustainable Urban Mobility Plans to coordinate all relevant Commission

supported activities in this area and to foster a broader exchange.

On 12-13 June 2014, this Platform organises the first European Conference

on Sustainable Urban Mobility Plans. Urban mobility planners and

implementers from all over Europe will meet in the seaside resort of Sopot

near Gdansk in Poland to:

-Learn about the Sustainable Urban Mobility Plan concept and the latest

developments in sustainable urban mobility planning from experts 

-Attend workshops on hot topics in urban mobility planning

-Exchange ideas and experience and network with fellow planners

and other experts

-Find out what European projects can offer local and regional authorities

 

The first European Conference on  Sustainable Urban Mobility Plans will be

held under the guiding theme of ‘planning for a liveable city’. The conference

will offer a creative environment to explore how planning can contribute to

improving the quality of life in cities. Participants can learn and discuss their own

ideas and experiences in parallel workshops covering a wide array of themes,

including:

  • Citizen Participation
  • Auditing Procedures
  • SUMP Impact Evaluation
  • Sector integration
  • Integration of transport forms and modes
  • Austerity and urban mobility planning
  • The role of national actions to promote and support the uptake of SUMPs
  • Member States and regional actions to encourage local authorities to prepare SUMPs
  • Urban mobility planning in cities and towns below 100,000 inhabitants


The conference will be held in English. Attendance is free of charge. 

What is a Sustainable Urban Mobility Plan?


A Sustainable Urban Mobility Plan is a strategic plan designed to satisfy

the mobility needs of  people and businesses in cities and their

surroundings for a better quality of life. It builds on existing planning

practices and takes due consideration of integration, participation, and

evaluation principles.

Definition in ‘Guidelines on Developing and Implementing a Sustainable

Urban Mobility Plan’, 2013)

http://eltis.org/

 

Ultimo aggiornamento Sabato 03 Maggio 2014 18:23
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 4